FIAT Panda: caricacellulare USB

SostitPreparazione di un frontalino con caricacellulare USB

Tutti gli altri articoli sulla Panda sono disponibili qui.

La Panda non ha la presa accendisigari, quindi per poter caricare il cellulare e per poterlo usare durante la guida come navigatore serviva una alimentazione USB.

Ho comprato due circuiti pronti in grado di abbassare la tensione fino a 5 V e in grado di fornire fino a un massimo di 3 A di corrente. Sono cinesi, quindi non ci arriveranno mai, ma il mio cellulare assorbe fino a 1,8 A quindi dovrebbero bastare. Poiché volevo due prese ma una delle due non sarà quasi mai in uso, ho messo in parallelo i due circuiti per garantire una corrente maggiore, se necessario.

Ho smontato il pannellino nero con scritto "FIAT" che occupava lo spazio previsto per l'orologio (a lancette...) e col calibro ho preso le misure. Col software gratuito 123D Design l'ho modellato e poi l'ho stampato in 3D in materiale PLA nero. Il modello 3D è disponibile qui.

Il PLA regge fino a 55-60°C e poi tende a curvarsi e, ancora oltre, a diventare molle, quindi è un po' un rischio, ma da queste parti non è una situazione frequente. In Italia si dovrebbe usare ABS come materiale.

Ho poi passato la carta vetrata sulla superficie per renderla ruvida ma anche eliminare le imperfezioni, e ho passato la bomboletta di nero opaco.

I due moduli sono stati montati nel pannellino nuovo e incollati con colla a caldo (che sul PLA funziona benissimo). Il pannellino è anche stato fissato con la colla a caldo sulla cornice di plastica originale della Panda.

Frontalino montato
Confronto con frontalino per orologio
Incollaggio
Incollaggio

La connessione elettrica è stata effettuata col filo dei 12V degli accessori, per avere alimentazione solo a chiave girata ed per evitare di scaricare la batteria dell'auto: il circuito consuma un poco anche senza nulla collegato.

Connessioni per caricacellulare
Caricatore temporaneo in mancanza del frontalino

Il risultato è molto buono, anche se purtroppo ho voluto mettere della colla a caldo da davanti che alla fine è rimasta visibile. Inoltre, dopo che è stata lasciata sotto al sole per alcuni giorni, quella parte di colla a caldo si è crepata (non ancora visibile nella foto seguente).

Caricacellulare completo

Autore: Olaf Marzocchi

Prima revisione: 2015-08-24.
Attuale revisione: 2015-08-29.